Elena Ghika (Dora d'Istria)

Elena Gjika nota come Dora d’Istria, quest’ultimo, pseudonimo della principessa Helena Koltsova-Massalskaya, (Bucarest, 22 gennaio 1828 – Firenze, 17 novembre 1888), è stata una scrittrice di origine albanese ma russa e italiana per acquisizione.

La lettera sottoscritta da 300 alunne di varie scuole di Scutari nel 1881 e la penna di argento regalata a Elena Ghika (Dora d’Istria), dimostrano la riconoscenza sentita per quello che lei faceva in Albania e testimoniano la cultura e l’umanità di una patriota che predisse l’indipendenza già nel 1866 e che possiamo definire senza timore una luminare del femminismo mondiale.

Lei rimane una delle donne più rinomate del XIX secolo. Scrittrice, scienziata, pubblicista, patriota e diplomatica, abbracciò la causa albanese cercando di sensibilizzare l’arena mondiale in un momento di particolare difficoltà per la nostra nazione la quale rischiava lo smembramento.

Lei pubblicò articoli e studi vari, come per esempio “Kombësia Shqiptare, sipas këngëve popullore” e ”Shqiptarët e të dyja anëve të Adriatikut” dove argomentò l’esistenza della nostra nazione, la storia, l’antichità del popolo albanese, l’eredità culturale e artistica, la ricca letteratura orale, il folclore, i rari ed unici vestiti tradizionali di tutte le regioni albanesi.

Dora scriveva: “Il popolo albanese, uno tra i più antichi d’Europa, meritava di essere libero in modo da poter sviluppare le propria creatività. Egregio e caro signor Geronimo, la mia onorata Patria è l’Arbëria, e ad essa apparterrò fino alla fine della mia vita…”.

Elenco libri

Articoli recenti

Non ci sono articoli disponibili