Giorgio Guzzetta

Giorgio Guzzetta nacque il 23 aprile 1682 a Piana dei Greci, attuale Piana degli Albanesi (Italia). Dopo la prima formazione ricevuta nel paese natio, continuò gli studi a Trapani presso il collegio dei Gesuiti. Entrato nel Seminario dell’Arcidiocesi di Monreale, conseguì il dottorato in Teologia e fu trattenuto in Curia dall’Arcivescovo Francesco Del Giudice come traduttore di greco classico e pro-segretario.

Nei primi anni di ministero, si dedicò alla predicazione in italiano e in albanese, con omelie modellate su quelle dei Santi Basilio, Giovanni Crisostomo e Gregorio Nazianzeno.

Nel 1716 fondò la Congregazione dell’Oratorio di Piana, formata da sacerdoti celibi di rito greco. Grazie al sostegno del cardinale Del Giudice, ottenne di poter officiare nella chiesa di San Giorgio e, con il sostegno di benefattori, comprò degli immobili vicino alla Chiesa. Pur fondando l’Oratorio di Piana di rito bizantino, non ne fu mai membro, rimanendo sempre legato alla Congregazione di Palermo perché era stato ordinato con rito latino.

A Piana, insieme al confratello p. Antonio Brancato, primo Preposito della Congregazione, fondò il Collegio di Maria per l’educazione delle ragazze, per la catechesi in lingua albanese ed italiana e le celebrazioni liturgiche in lingua greca e albanese.

Con lo scopo di salvaguardare le tradizioni culturali e religiose delle comunità bizantine, nel 1734, diede inizio a Palermo al primo Seminario greco-albanese, per formare il clero dei paesi arbëreshe. Fino ad allora infatti i sacerdoti di rito bizantino venivano formati nei seminari latini. In questo modo egli riuscì a formare una schiera di sacerdoti greci nelle loro tradizioni e nel loro culto.

Provato da una lunga malattia che lo aveva reso cieco, morì a Partinico (Italia) il 21 novembre 1756.

Elenco libri