Sopravvivenze linguistiche arbëreshe a Villa Badessa

Sopravvivenze linguistiche arbëreshe a Villa Badessa

Presentazione del libro

L’arbëresh di Villa Badessa in Abruzzo – la più recente tra le circa 50 colonie albanesi del Meridione d’Italia e la più eccentrica come posizione geografica e per i caratteri strutturali della parlata – si spegne, senza che sia valso aver conservato fino a oggi il rito greco-bizantino.

Tale varietà, o quello che ne resta, costituisce il focus del presente volume, volto a rintracciare nei parlanti di origine albanofona e nella tradizione della comunità tracce non più organiche e ormai asistematiche della parlata etnica. Tramite un fine lavoro di documentazione linguistica è stato, quindi, possibile raccogliere i dati poi confluiti in un archivio delle sopravvivenze linguistiche arbëreshe di Villa Badessa.

A tale archivio si affianca un’analisi sociolinguistica condotta sulla scorta delle riflessioni scaturite dall’osservazione degli atteggiamenti e delle opinioni della comunità: si completa in questo modo il quadro della realtà badessana e si offre una delle ultime memorie e testimonianze dell’arbëresh abruzzese.

Dettagli

Autori: Carmela Perta, Silvia Canù, Simone Ciccolone
Serie: Arbëria
Genere: Linguistica
Editore: LED Edizioni Universitarie
Anno di pubblicazione: 2014
Pagine: 91
ASIN: 8879166662
ISBN: 9788879166669

Acquista ora

Acquista da Amazon