Albania: Tra crimini e miraggi

di Besnik Mustafaj

Albania: Tra crimini e miraggi

Gli albanesi sognano l'Italia e si buttano in mare per raggiungerla. Gli italiani invece dell'Albania ignorano quasi tutto.

In questo saggio uno dei protagonisti della difficile transizione dal regime di Hoxha all'attuale democratizzazione, Besnik Mustafaj, ricostruisce il tragico passato albanese per arrivare a raccontare il difficile presente. conversione alla rivolta dei poveri.

Acquista ora!

Presentazione del libro

Dopo avere vissuto la schiavitù sotto tre Imperi – Romano, Bizantino e Ottomano –, la diaspora nei Balcani e l’occupazione fascista, dal secondo dopoguerra il popolo albanese è stato schiacciato da una delle dittature più anacronistiche e crudeli del secolo, quella dello stalinista Enver Hoxha.

L’Albania è riemersa dall’oscurità solo nella primavera del 1991, quando migliaia di migranti albanesi lasciarono i margini della storia europea a bordo di imbarcazioni di ogni tipo: l’Italia scopriva di essere una terra promessa, un miraggio di libertà distante solo un braccio di mare.

Besnik Mustafaj è uno degli intellettuali reinventati politici che si sono battuti per la caduta del regime comunista, e che hanno avviato la ricostruzione del Paese dalle sue macerie.

In questo libro, scritto a ridosso degli eventi e aggiornato a quasi trent’anni di distanza, l’autore racconta la delicata ma entusiasmante transizione verso la democrazia e analizza gli errori commessi dalla sua generazione, cercando di capire perché l’Albania non è ancora il Paese che sognava di diventare.

Dettagli

Autore: Besnik Mustafaj
Genere: Romanzo
Editore: Castelvecchi Editore
Titolo in albanese: Midis krimeve dhe mirazheve
Anno di pubblicazione: 2019
ASIN: 8832826666
ISBN: 9788832826661
Valutazione:

Prezzo €: 18

Acquista ora

Acquista da Amazon