Il crepuscolo degli dei della steppa

di Ismail Kadare

Il crepuscolo degli dei della steppa

Presentazione del libro

“Quando arrivava il crepuscolo andavamo in spiaggia con le macchine fotografìche e le regolavamo per cogliere il momento in cui il sole s’inabissava.”

Non succede molto all’Istituto Gorki, una casa di riposo per intellettuali e artisti della tarda Unione Sovietica sospesa sulle propaggini abbacinanti del Mar Baltico. Capita che i più giovani, al riparo dal mondo tra quelle mura desolate, non riescano neanche a immortalare sulla pellicola il passaggio fulmineo di luce e ombra al tramonto.

La paralisi del sistema, come forma di controllo del regime, ha fatto calare su di loro una nebbia fìtta e spessa. Pallidi e smagriti, gli scrittori ciondolano nei corridoi del pensionato sostenendo la ragione di stato, ma declamano al chiuso delle loro stanze versi che non scriveranno mai; coltivano, risentiti e rancorosi, manie di grandezza personali ma scoraggiano gli altri dall’azione, dal libero pensiero e dall’amore vero.

Conformisti e ipocriti per necessità, gli artisti conducono giornate letargiche in epoca di piena Guerra Fredda, aspettando il momento del riscatto. Eppure, quando l’occasione si presenta – Boris Pasternak vince il Premio Nobel con “Il dottor Zivago”, romanzo inviso al regime e proibito in patria – è soltanto la loro pochezza morale ad avere la meglio, l’unica a trionfare su valori, ideali e responsabilità.

Dettagli

Autore: Ismail Kadare
Genere: Narrativa
Editore: Fandango Libri
Anno di pubblicazione: 2009
ASIN: 8860441161
ISBN: 9788860441164

Acquista ora

Acquista da Amazon