Identità albanesi

Un approccio psico-antropologico

Identità albanesi
di Fatos Dingo

Nell'ambito degli studi sull'albanesità ha preso campo una dicotomia che propone una scelta esclusiva tra l'assolutismo universalista e la partigianeria settaria. In questa strettezza ideologica provocata da estremismi di carattere o cosmopolita o localistico e campanilistico si deve intraprendere un percorso coraggioso per trovare una via di mezzo.

Tra gli studiosi c'è chi cerca di scegliere e promuovere solo una delle identità dell’Albania post-comunista. Dal titolo in plurale del libro si capisce subito l'intenzione dell'autore: mettere in chiaro il fatto che ogni realtà etnico-culturale è sempre frammentata in diverse realtà culturali. L'identità etnico-nazionale albanese non fa eccezione e si manifesta in realtà concrete geo-politiche, culturali e locali. Gli esempi di queste realtà sono tanti: gheghi del nord e toschi del sud Albania, gheghi del Kosovo e della Macedonia, toschi macedoni e della Ciamuria, arberesh (albanesi d'Italia) e arvanitis (albanesi della Grecia) ecc.

Per non confondersi in questo campo difficile di appartenenza e identità è stato assunto un approccio interdisciplinario. L'autore cerca di contestualizzare le tipologie di appartenenza identitaria utilizzando due costrutti antropologici: "civiltà" e "cultura".

Il pericolo maggiore che minaccia gli studi di questa disciplina è la partigianeria localistica. Può succedere che si prenda come identità etnica quella regionale, o quella religiosa, o peggio quella clanica, la quale corrisponde alle esigenze intime ed emotive. L'altro pericolo è quello di aggrapparsi a una sola parte della sensibilità etnica generale dipendendo da contingenze e alleanze politiche o economiche temporanee. Perciò si può confondere l'appartenenza culturale, localistica, dialettale, religiosa o politica con quella etnico-linguistica: tosco, ghego, di Valona, Berat, Scutari, ortodosso, cattolico, mussulmano, europeo, orientale ecc. con la semplice civiltà albanese o albanesità.

Acquista ora!

Presentazione del libro

Il libro si rivolge al pubblico italiano il quale necessita di una urgente rappresentazione sociale dell’albanesità.

Ma l’analisi psicologica e antropologica dell’identità albanese e delle dinamiche di sviluppo che essa ha subito nei diversi contesti culturali e geo-politici può servire come una risposta generale alle domande vitali che fa nascere il problema generale di ETNIA, così attuale per i nostri tempi. Questo approccio serve per poter comprendere non solo il problema culturale dell’etnia ma anche quello psicologico degli individui che si sentono di appartenere ad essa.

Gli ultimi due secoli, pieni di stravolgimenti epocali storici e geopolitici, hanno fatto dei Balcani un cantiere dinamico di lavori in corso e un laboratorio di prova per lo sviluppo dinamico della personalità, dell’identità individuale e delle appartenenze collettive, del plasmarsi di gruppi sociali e delle loro coscienze nazionali. In questo libro si sottolinea come le ultime guerre balcaniche ci ricordano che la storia per i collettivi è come la memoria per l’individuo: se si nega o si rimuove ritorna come un fantasma irrequieto.

Dettagli

Autore: Fatos Dingo
Genere: Studi culturali e sociali
Editore: Bonanno Editore
Anno di pubblicazione: 2007
ASIN: 8877963182
ISBN: 9788877963185

Acquista ora

Acquista da Amazon