Ada Donno

Ada Donno è stata docente di materie letterarie, pubblicista e attivista politica.

Come pubblicista, negli anni tra il 1985 e il 1992 ha diretto Iride, foglio periodico d’informazione delle donne per la pace e la libertà. Ho poi partecipato a diverse imprese editoriali collettive e collaborato a riviste e periodici locali e nazionali, fra le quali MEDiterranean.

Queste esperienze sono andate di pari passo con l’attività di fondazione e costruzione delle Sezioni italiane della Women’s International League for Peace and Freedom (1989) e dell’Association of Women of the Mediterranean Region (1999). Quest’ultima, dal 2007, è affiliata alla Women’s International Democratic Federation, storica organizzazione di donne fondata nel 1945.

Nell’ambito di queste attività ha curato la pubblicazione di vari testi, come:

  • Donne e lavoro nel Mediterraneo (Awmr Italia, Lecce 1999)
  • L’ossimoro fruttuoso, strategie di donne per la pace nel Mediterraneo (Awmr Italia, Lecce 2003)
  • Nexhmije Hoxha, il dovere della memoria (Quaderni del Gramsci, ed. LEI – Teramo 2005)
  • L’amore di Mimosa, di Nasho Jorgaqi, (Il Raggio Verde edizioni 2007)
  • Joyce Lussu, l’utopia ragionevole e costruttiva (Quaderni del Gramsci, ed. LEI – Teramo 2008)
  • La Federazione Democratica Internazionale delle Donne. Capitoli nella storia (ed. Il Raggio Verde, Lecce 2017)

Elenco libri