La strada del Nord

“Ambizioso come un thriller di Eric Ambler, divertente e poetico come un romanzo di Ismail Kadaré” Perlentaucher

La strada del Nord

Presentazione del libro

Tirana, primi anni Venti. L’ambasciatore americano Julius Grant ha finalmente ottenuto il suo primo importante incarico ed è giunto pieno di speranze nella capitale del giovane e turbolento Stato albanese, nato dalla dissoluzione degli imperi della Prima guerra mondiale.

Da Washington l’hanno inviato nei Balcani per seguire da vicino le strane voci sulla presenza di giacimenti petroliferi nel Nord del Paese. Non sarà un’impresa facile perché la notizia ha già scatenato l’interesse dei principali governi occidentali – inglesi e italiani – e delle compagnie petrolifere.

Poco dopo il suo arrivo, nella primavera del 1924, due americani vengono assassinati su un ponte nelle regioni inospitali del Nord. Un ingegnere forestale tedesco ha trovato i corpi e li ha portati a Tirana.

Nei caffè non si parla d’altro, i giornalisti fanno domande, i servizi segreti entrano in gioco e una nave da guerra compare al largo della costa. La giovane Albania è alla mercé degli intrighi politici, delle pressioni internazionali e delle tensioni che rischiano di gettarla in una guerra civile.

Il tutto a causa di due morti? Cosa ci facevano quegli americani così a nord? Forse qualcuno non sta dicendo la verità sul petrolio albanese?

Dettagli

Autore: Anila Wilms
Genere: Narrativa
Editore: Keller Editore
Titolo in albanese: Vrasje në rrugën e veriut
Anno di pubblicazione: 2016
ASIN: 8889767928
ISBN: 9788889767924

Recensioni dei lettori

Darien Levani
L'omicidio di due cittadini americani avvenuta a Mamurras nell’aprile del 1924 avrebbe scatenato un scandalo pubblico in Albania, ma anche posto le basi per il colpo di Stato di Fan Noli da lì a pochi mesi. Argomento difficile, tosto, misterioso sul quale persino il buon Faik Konica si era rotto le corna. E se non ci era riuscito Konica – che pure aveva compreso la natura storica di quel gesto, e scriveva a pochi anni di distanza – che possibilità aveva questa Wilms di fare di meglio a distanza di decenni. Ma Anila Wilms ha fatto di meglio, e io non sono mai stato così contento di ricredermi. “La Strada del Nord” parte da quell’omicidio per narrare l’Albania dei primi anni 20 in modo scorrevole e chiaro.
Anna Lattanzi
La penna della Wilms è maestra in questo La strada del nord, con cui consegna al lettore un affresco della società albanese caratterizzato dalla popolazione variegata e dalle potenti contraddizioni socio politiche. L’autrice albanese di adozione berlinese disegna un profilo particolareggiato e curioso dei personaggi che animano la narrazione e che si ritrovano a fronteggiare le difficoltà legate al proprio lavoro.

Acquista ora

Acquista da Amazon