Memoria sulla lingua albanese

di cui se ne dimostra l’indole primordiale e se ne rintraccia la rimota antichità sino ai Pelasghi ai Frigi ai Macedoni e agli Eoli primitivi, che la costituisce in gran parte madre della lingua greca

Memoria sulla lingua albanese

Presentazione del libro

L’opera principale di Giuseppe Crispi, pubblicata nel 1831 a Palermo. Tale opera costituisce la prima monografia sulla lingua albanese. Riprendendo le tesi di Conrad Malte-Brun, secondo Crispi l’Albanese era strettamente imparentato con le lingue pelasgiche, macedoni e proto-eolie, ritenendolo pertanto un antenato del Greco, lingua che secondo Crispi avrebbe perso le sue originarie connotazioni. La monografia influenzò le posizioni di altri autori arbëreshë quali Giuseppe Schirò, il quale la utilizzò per redigere la sua opera, datata 1834 Rapporti tra l’Epiro e il Regno delle due Sicilie.

Dettagli

Autore: Giuseppe Crispi
Serie: Libri antichi
Anno di pubblicazione: 1831
ASIN: 1167419359
ISBN: 9781167419355

Acquista ora

Acquista da Google Play
Acquista da Amazon
Acquista da Amazon