Caro nemico

Soldati pistoiesi nella Resistenza in Albania e Montenegro 1943-1945

Caro nemico
a cura di Lia Tosi

In copertina:
Aprile 1941, fronte albano-jugoslavo.

Sul retro della foto si trova scritto "...il conducente guarda I monti lontani e pensa che ci andrà a piedi…” (Foto collezione PierCarlo Tosi).

Testi di:

Acquista ora!

Presentazione del libro

Questo volume raccoglie interventi e testimonianze di tre convegni (2014-2015-2017) sul tema dei militari italiani che dopo l’8 settembre 1943, intrappolati in Albania e Montenegro dall’abbandono della monarchia e del governo Badoglio, scelsero di affiancare contro le forze germaniche la resistenza di quei paesi, di cui fino ad allora erano stati occupanti e oppressori.

Il titolo, “Caro nemico”, allude alla complessità di queste alleanze rovesciate, prima coi tedeschi, poi con gli angloamericani, prima contro i partigiani poi con i partigiani, ma anche ai legami che il mutuo aiuto riuscì a tessere nei pericoli e nelle sofferenze. Il Comune di Pistoia volle promuovere un ciclo di quattro convegni, di cui al momento tre realizzati, spinto dalla riscoperta della numerosa presenza dei suoi cittadini in queste vicende.

Nella città di Pistoia avevano sede due reggimenti, il 127° della “Firenze” e l’83° della “Venezia”, le due divisioni che non cedettero le armi ai tedeschi come ordinato dagli alti comandi.

Dettagli

Autori Vari
Serie: Gli italiani in Albania
Generi: Antologia, Storia e memoria
Editore: ETS
Anno di pubblicazione: 2018
ASIN: 8846752392
ISBN: 9788846752390

Acquista ora

Acquista da Amazon